giovedì 15 gennaio 2015

RECENSIONE: Gelidi Abbracci, di Valentina Camerini.

Goodmorning everyone. 
Come state? Qui in Sicilia il sole è tornato a farci visita, e Palermo sembra aver preso nuovamente vita; il freddo e la neve, per quanto belli possano essere, non le si addicono, così come non si addicono a noi siciliani.
Godetevi la recensione, mentre io corro tra le vie della città e il post, da bravo, si pubblica da solo.



Valentina Camerini
Gelidi Abbracci
Quando viene mandata inuno sperduto collegio sulleAlpi, Cat è decisa a scapparealla prima occasione: lei è unospirito ribelle, non può certo arrendersia una vita di rigide regole.Durante la fuga, però, una misteriosacreatura la salva dalla cadutain un burrone e la riporta al collegio,dove tra professori ambigui ecompagni di classe reticenti, aleggiaun altro enigma: la scomparsadi Lily, una studentessa sparitada settimane, di cui nessuno parlavolentieri.È lo zio Edoardo, uno scienziato inpensione che vive tra quelle stessemontagne, ad aprire gli occhi allanipote: dietro l¿apparenza impeccabile,il collegio cela un segreto.Divisa tra la ricerca della verità ei sentimenti sempre più complicatiper Arturo, il magnetico compagnodi classe che prima la evitava eora fa di tutto per conquistarla, Catdeve compiere una scelta cruciale:solo lei può decidere se continuarea custodire questo straordinariosegreto oppure rivelarlo al mondo,cambiando per sempre le sorti dell'umanità.

Valentina Camerini? Questa donna è stata una scoperta incredibile. Gelidi Abbracci, il suo ultimo libro, mi ha lasciata senza fiato. Una storia strutturata in modo eccellente, senza mai un dettaglio di troppo, inappropriato o fuori posto; una trama eccellente e dei personaggi per cui è impossibile non perdere la testa. Insomma, è un romanzo che ha tutte le carte in regola e merita di avere una possibilità. Sono sicura che sarà in grado di stupire anche voi. 

Caterina, meglio conosciuta da tutti come Cat, è un’adolescente ribelle, problematica e piuttosto scapestrata. In seguito al decesso della madre si ritrova a vivere con il padre, il celebre Dottor Claris, tipica figura paterna che non riesce ad essere presente nella vita della figlia, incapace di ricoprire il suo ruolo. Convinto dallo zio Edoardo, il dr. Claris rinchiude la figlia tra le mura del Kranz, un collegio sulla cima di una montagna, celato tra boschi fitti e sentieri desolati. Cat, furiosa, la prima notte tenta la fuga e da allora sarà la protagonista di vicende ambigue ed inquietanti, cui non riuscirà a dare una spiegazione per un lungo arco di tempo. Ossa di animali davanti alla porta, figure di uomini e donne sfregiati che camminano fra gli alberi durante la notte e una ragazza scomparsa poco tempo prima di cui nessuno sembra voler parlare. A complicare il tutto poi, ci si mette il suo compagno di banco, Arturo. Le notti al Kranz diventano sempre più inquietanti, ma è proprio questo a spingere la nostra protagonista a prolungare la sua permanenza lì. Riuscirà a venire a capo di questi misteri?


La vicenda è avvolta da una coltre così intensa di mistero che leggendo un capitolo dopo l’altro, la tensione cresce inevitabilmente anche nel lettore, cui è negata la possibilità di staccare gli occhi delle pagine. Si sente bisogno di leggere ancora, ancora e ancora, bramando sempre più una verità che invece sembra nascondersi sempre meglio, pagina dopo pagina. 

Lo stile della scrittrice è avvincente, scorrevole, limpido e pulito: il tutto, correlato ad una trama originale, non può che dar vita ad un libro eccezionale. L’atmosfera che si respira al Kranz è descritta in modo così impeccabile che sembra di trovarsi lì realmente, camminare per i corridoi, pranzare al refettorio e passare interi pomeriggi in biblioteca a studiare, il che caratteristica fondamentale per la buona riuscita di una storia.

Concludo dandovi un piccolo, semplice consiglio: Leggetelo.


Voto: 



Come da tradizione, tocca a voi adesso.
 Fatemi sapere cosa ne pensate di questo libro! :)
 Vi abbraccio,
 A xx

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Te lo consiglio tanto, Ika!
      Fammi sapere:)

      Elimina
  2. Lo ho visto spesso in libreria e mi ispira, solo che costa un pò troppo, se non mi sbaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il prezzo è un po' alto, ma ne vale veramente la pena!

      Elimina
  3. mi ispira, anche la cover è bella!

    RispondiElimina
  4. Ciao!!!! Sto leggendo il libro proprio in questi giorni, mi aveva colpito la cover e poi adoro i fantasy...che dire, mi piace, e' avvincente, perche' , anche se ricalca nell'incontro tra cat ed arturo quello del mitico twilight tra bella ed edward, poi si distingue per la trama avvincente e non troppo mielosa...Io adoro il romanticismo, ma quando non e' troppo scontato, banale, stereotipato!!! Posso chiederti come si fa ad aggiungere un blog tra quelli che vuoi seguire? Ho un blog tutto mio da poco tempo e sono un'imbranata con la lettera maiuscola!!!! vienimi a trovare, si chiama "pietreearmonia.blogspot.it"

    RispondiElimina

Se hai apprezzato il post, lascia un segno del tuo passaggio. Mi fa sempre piacere leggere i vostri commenti:)